Busta Paga Colf: Qual è la giusta retribuzione? - ScelgoTe

Qual è la giusta retribuzione per la tua COLF?

Colf e badanti, retribuzione minima 2018: importi aggiornati

La modifica alla retribuzione di colf e badanti è già effettiva e va presa in considerazione nell’elaborazione della busta paga, in quanto cambia la paga oraria minima per adeguarsi alla variazione dell’indice Istat di riferimento.

Come saprà chi ha già avuto a che fare con il con il nuovo contratto nazionale colf e badanti, per quanto riguarda la retribuzione colf e assistenti familiari sono stati previsti diversi livelli collegati alla loro professionalità. Tutte le informazioni sui livelli e la paga oraria di colf, assistenti familiari e badanti possono essere trovate sul  nuovo CCNL pubblicato sul sito dell’Inps.

In aggiunta, lo scorso 17 gennaio è stato siglato un aggiornamento contributivo presso il Ministero del Lavoro: l’aumento dei minimi retributivi è stato calcolato in base alla variazione del costo della vita. Questo significa che la retribuzione a ore di colf e badanti cambierà leggermente.

In linea di massima, la retribuzione minima per gli assistenti familiari varia dai 4,54 euro dei lavoratori in fascia A per arrivare agli 8,07 dei profili più specializzati.

Alleghiamo quindi le tabelle con gli importi minimi previsti per il 2018

Collaboratrici domestiche conviventi: guida per orario e riposo
Retribuzione Colf

Lavoratori conviventi – retribuzione minima mensile divisa per Livelli

  • A – € 629,15
  • AS – € 743,55
  • B – € 800,74
  • BS – € 857,94
  • C – € 915,15
  • CS – € 972,33
  • D –  € 1.143,91 (+ indennità €169,15)
  • DS – € 1.201,11 (+ indennità €169,15 €)

Lavoratori non conviventi – retribuzione minima orario divisa per Livelli
Chiaramente nel calcolo della paga oraria di colf e badanti bisogna tenere presente se queste figure offrono assistenza in regime di convivenza o se svolgono le loro mansioni anche in orario notturno. Inoltre è prevista una indennità nella retribuzione dei lavoratori conviventi.

  • A – € 4,57
  • AS – € 5,39
  • B – € 5,72
  • BS – € 6,06
  • C – € 6,40
  • CS – € 6,74
  • D – € 7,78
  • DS – € 8,12

Assistenza notturna – retribuzione minima mensile

Autosufficienti – Livello BS € 986,62
Non Autosufficienti – Livello CS € 1.118,18 / Livello DS € 1.381,30

Presenza notturna – retribuzione minima mensile
Livello unico € 660,61

Indennità – retribuzione minima giornaliera
Pranzo e/o colazione  € 1,93
Cena € 1,93
Alloggio € 1,67
Totale € 5,53

Assistenza a persone non autosufficienti (con prestazioni limitate alle copertura dei giorni di riposo) – retribuzione minima oraria

CS – € 7,26
DS – € 8,75

Quindi, ricapitoliamo: come calcolare gli importi dovuti?
Per elaborare uno stipendio equo bisogna tenere presente:

  • In effetti il contratto nazionale offre indicazioni molto chiare sulla retribuzione oraria di colf e badanti. Resta però la difficoltà nel trovare qualcuno che possa garantire un alto livello di fiducia e di professionalità.mansione svolta,
  • regime di convivenza o non convivenza,
  • assistenza diurna, notturna o entrambe.

Una giusta paga oraria ed un adeguato inquadramento contrattuale rappresentano strumenti di tutela del datore di lavoro. Per questo motivo puoi fare affidamento su ScelgoTe, una società pensata per offrire sostegno alla famiglia nella scelta di colf, badanti e baby sitter.

Invece, per il calcolo della busta paga, puoi usufruire dei servizi di 50&più colf e bandanti (link)

Poiché si tratta di una materia delicata, importante quanto il tuo benessere familiare, ti invitiamo a non esitare ad affidarti ai professionisti del settore, come quelli di ScelgoTe.