Il Ruolo della Baby Sitter nella Famiglia di Oggi - ScelgoTe

Il Ruolo della Baby Sitter Oggi

Baby Sitter: un ruolo in evoluzione.
Quali sono le nuove specifiche del ruolo e quali sono le competenze fondamentali nelle famiglie di oggi?

Prima o poi arriva il momento di affidarsi a qualcuno per avere un aiuto nella gestione familiare: una Baby Sitter.
Che si tratti di occuparsi dei membri più anziani della famiglia o invece che sia il supporto nell’educazione dei più giovani, risulta fondamentale affidarsi ad una persona competente. Per il benessere della famiglia è fondamentale resistere alla tentazione giustificata di affidarsi a qualcuno inesperto purché sia “di fiducia”.

Di fatto, la Baby Sitter (o Tata che dir si voglia), ricopre una mansione importante. Si occupa infatti di vigilare sulle attività ludiche ma anche sull’educazione alimentare dei bambini. È facilmente intuibile l’importanza di selezionare una figura che risponda agli standard della famiglia in termini di educazione, visione della vita, supporto allo sviluppo dell’indipendenza del bambino. Nel ruolo della Baby Sitter possono essere incluse anche alcune mansioni domestiche che riguardano il riassettare dopo i pasti del bambino e riordino generico. Queste prestazioni sono incluse solo se preventivamente concordato.

Qual è la giusta retribuzione per una figura importante come la Baby Sitter?

Non esiste una tariffa standard ma sono previsti tre diversi livelli di inquadramento a seconda della mansione ricoperta durante le attività quotidiane. I livelli vengono stabiliti in base al grado di autosufficienza del bambino: da zero a tre anni la Baby Sitter è inquadrata come assistente a persona non autosufficiente (livello Cs).
Dato importante nel considerare i minimi retributivi: nel caso si tratti di risorsa formata, il livello è Ds. Se invece il bambino è già in grado di gestire i suoi bisogni basici quotidiani, il livello contrattuale sarà Bs. Trovate qui maggiori informazioni sul nuovo contratto nazionale del lavoro per Assistenti Familiari: quindi Colf, Baby Sitter e Badanti.
Sono contemplate anche figure diverse: una Baby Sitter che si occupi saltuariamente dei bambini (livello As) o una vera e propria istitutrice (livello D).

Quali sono i tratti della personalità da tenere d’occhio quando si seleziona una Baby Sitter?

Una cosa è certa: oltre alla professionalità sono fondamentali alcune doti caratteriali:
_Attenzione: deve essere una persona che sa vigilare sul bambino. Sa muoversi in casa e fuori senza perdere d’occhio il piccolo che le è stato affidato.
_Empatia: la baby sitter ideale sa capire i bisogni della famiglia e del bambino e sa gestirli in modo responsabile.
_Creatività: sapere di poter contare su una persona in grado di coinvolgere i bambini in giochi pratici. Saper stimolare l’immaginazione è molto importante per il bambino, che impara a intrattenersi in modo diverso. Sarà sicuramente utile per la Baby Sitter, che potrà mettere in atto quello per cui si è preparata.

La scelta di una figura così strategica può essere difficoltosa. Esistono per questo società come ScelgoTe, che si occupano di ascoltare i bisogni di una famiglia e selezionare la figura più adatta al supporto.
Contattaci per avere maggiori informazioni sui servizi offerti.