La tecnologia per anziani: scopriamo questo nuovo mercato

La tecnologia non è solo per giovani

tecnologia per anziani

La tecnologia per anziani è un indubbio trend del mercato, non si tratta più di un “territorio” che appartiene solo ai giovani. Questo è il leitmotiv che grandi imprese e start up si sono prefissate, rendendosi conto di quanto la categoria “anziani” sia un target sottovalutato nel tempo.

Che la tendenza stia cambiando è comprovato anche dai dati rilevati dall’Istat, difatti il 25,6% delle persone tra 65 e 74 anni utilizza Internet, il 12,6% quotidianamente. Una crescita vertiginosa rispetto ai dati del 2003 che riportavano solo il 4,4% delle persone appartenenti alla stessa fascia di età. Questo trend è destinato a crescere, dato che il 45% delle persone tra i 60 e i 64 anni naviga sulla rete.

I nuovi strumenti possono essere non solo semplici accessori, ma tool utili per aiutare i nostri cari ad avere compagnia, assistenza, interazioni e, soprattutto, ridurre il declino cognitivo.

L’alfabetizzazione digitale è la chiave del superamento del monopolio della tv, da un punto di vista di informazione e intrattenimento; altro elemento importante è la possibilità di mantenere rapporti umani con familiari e persone non raggiungibili fisicamente o oberati dagli impegni. Essa rende attivi, facendo sentire la persona parte integrante della società, libera di esprimere un’opinione con un pubblico potenzialmente infinito. Una sorta di piazza pubblica dove la persona può esporsi e dialogare, senza nessuna barriera fisica e mentale.

Cellulare indispensabile anche nella terza età

In questo scenario il telefono cellulare  è un must have: anche gli anziani più radicati alla tradizione ne hanno compreso l’importanza e, ovviamente, questo non è sfuggito alle imprese che operano nel settore.

Le richieste solitamente sono le stesse: display che permette un’ottima visibilità, con tasti grandi, semplice, funzionale. L’ultimo telefono uscito dalla Silicon Valley o da qualche industria all’avanguardia coreana non rispecchia le esigenze di questo target e non rientra nella tecnologia per anziani.

Nell’articolo “Cellulari per anziani: scopri i modelli pensati per la terza età“, vi consigliamo prodotti adatti alle richieste vostre o dei vostri cari: dal classico telefonino fino agli smartphone.

La terza età è sbarcata anche sul web, diventando un fenomeno che ha destato ilarità sui social network, con gli ormai noti “Buongiornissimo” o “Sticker” di ogni tipo sulle bacheche. Molte volte questo fenomeno ha generato perplessità, ma gli effetti benefici sono innumerevoli: la conoscenza di persone nuove, la corrispondenza con i conoscenti, il restare al passo con i nuovi trend, l’essere mentalmente attivi.

Per abbattere le barriere dettate dal primo approccio alle nuove tecnologie, le imprese hanno riservato spazio ai prodotti ad hoc per gli over 65: nell’articolo che tratta i migliori computer per anziani, vi riportiamo degli interessanti dispositivi pensati per rendere la vita più semplice a chi si appresta per la prima volta al mondo dei portatili e dei computer versione desktop.

Prodotti su misura per anziani

La tecnologia per anziani non è solo cellulari-smartphone, tablet, pc, ma anche molto di più: sapete che esiste il “nonno” di Amazon Echo e Google Home? Si chiama EllieQ, il primo assistente personale dedicato a chi ha qualche anno in più sulle spalle. Non si limita solamente a interagire con le persone, ma aiuta a mantenere fisicamente e mentalmente attivi. Il robot, grazie a particolari sensori, riesce a riconoscere le figure all’interno della casa e la voce del padrone. Niente più medicinali dimenticati o intere giornate passate sdraiati sul divano, ci pensa Ellie!

Un altro prodotto utilissimo è il TeleSalvavita della Beghelli: non un semplice accessorio, ma un vero e proprio supporto per chi vive da solo dentro casa e non ha la possibilità fisica di chiamare soccorsi in caso di malore. Il semplice click sul bottone in rilievo permette la chiamata immediata ai propri parenti. Nel caso in cui l’anziano viva troppo lontano dai familiari, è possibile richiedere il collegamento con il centro SOS Soccorsi della Beghelli, attivo 24h.

Una particolare menzione la merita anche il dispositivo di allarme che si attiva quando avverte, grazie ai sensori interni, la presenza di una fuoriuscita di gas o di monossido di carbonio. Sulle tematiche della “non autosufficienza” e della tecnologia per anziani la fondazione SAPHI ha contribuito con convegni, incontri e seminari, come l’evento Handimatica. Giunta ormai alla 11° edizione, questa rassegna ha permesso nel corso degli anni l’incontro tra professionisti, imprese e persone che vivono ogni giorno il contatto con la disabilità dei propri cari. Appuntamento dal 30 novembre al 2 dicembre 2017 a Bologna, per maggiori dettagli puoi visitare il sito.

Se vuoi restare aggiornato su consigli, approfondimenti sul mondo dei collaboratori domestici, segui il nostro blog. Se sei alla ricerca di una badante, una colf o una babysitter, registrati gratuitamente. Siamo pronti a prenderci cura delle tue esigenze.