Ferie della Badante e della Colf: le 7 cose che devi sapere

Ferie della Badante e della Colf: le 7 cose che devi sapere

Le ferie della badante e della colf, come per ogni lavoratore, sono sancite dalla Costituzione italiana, la quale stabilisce che tutti hanno il diritto di un periodo di riposo retribuito dal datore di lavoro. Qualsiasi tentativo di accordo per impedirne l’esercizio, è considerato nullo.

Come si articolano le ferie della badante e della colf? Lo scopriamo con 7 punti fondamentali che devi assolutamente conoscere:

  • Le ferie sono pagate, come detto in precedenza, dal datore di lavoro e la somma ammonta a quella corrisposta nei giorni di lavoro.
  • Il periodo di non lavoro per gli assistenti domestici corrisponde a 26 giorni l’anno minimo (indipendentemente dalla distribuzione di orari e giorni di lavoro).
  • Cosa succede se il lavoratore non può godere del riposo a causa di un’emergenza? Semplicemente si spostano, assolutamente non vanno perse, ma in base alle disponibilità delle due parti si trova la soluzione migliore.
  • In caso di coincidenza delle ferie della badante e della colf con una festività nazionale, il periodo si interrompe ed è considerato nuovamente attivo al termine della giornata festiva.
  • Se il lavoratore viene licenziato durante il periodo di ferie, il periodo di preavviso è da considerarsi attivo dalla conclusione del periodo di riposo. Al termine del contratto, in caso di ferie non godute, il lavoratore ha diritto a un’indennità di compenso.
  • Qualora fosse il lavoratore a dimettersi, si pone lo stesso discorso: i giorni di preavviso partiranno a seguito delle ferie della badante e della colf, e in caso di ferie non godute, il lavoratore ha diritto a un’indennità di compenso.
  • Ultimo punto (fondamentale durante l’estate): possono corrispondere le ferie della badante e della colf con il periodo di vacanza del datore di lavoro? La risposta è dipende.
    La maggior parte delle volte ci si accorda in sede di contratto, esplicando questo bisogno e le parti raggiungono un compromesso, diventando così a tutti gli effetti obbligatorio. Qualora non se ne fosse parlato e si è al ridosso delle vacanze, le due parti possono trovare un compromesso: è sempre consigliato, per un rapporto proficuo e duraturo, l’elasticità che metta nella miglior condizione possibile l’altro.

Approfondisci l’argomento se sei in cerca di informazioni sulle tematiche principali del contratto delle collaboratrici domestiche; se invece sei alla ricerca di una badante o di una colf referenziata, scopri i servizi di ScelgoTe.